10 Febbraio 2012 | racconta >

IL GATTO INVERNO

illustrazione rodari XINT (1).jpg

OGGI, QUI A GROSSETO HA NEVICATO. PER I MIEI COMPAGNI ERA STATA UNA COSA MAI VISTA, MA PER ME NO, PER ME ERA UN BEL SOGNO AD OCCHI APERTI. ECCO A VOI UNA POESIA DI GIANNI RODARI CHE ABBIAMO SCRITTO OGGI A SCUOLA, SI CHIAMA IL GATTO INVERNO:

AI VETRI DELLA SCUOLA STAMATTINA 

L'INVERNO STROFINA

LA SUA SCHIENA NUVOLOSA

COME UN VECCHIO GATTO GRIGIO:

CON LA NEBBIA FA I GIOCHI DI PRESTIGIO,

LE CASE FA SPARIRE

E RICOMPARIRE;

CON LE ZAMPE DI NEVE

IMBIANCA IL SUOLO

E PER CDA HA UN GHIACCIOLO.

Sì, SIGNORA MAESRTA, 

MI SONO UN PO' DISTRATTO:

MA PER FORZA,CON QUEL GATTO,

CON L' INVERNO ALLA FINESTRA

CHE MI RUBA I PENSIERI

E SE LI PORTAIN SLITTA

PER ALLEGRI SENTIERI.

INVANO IO LI RICHIAMO:

SI SARANNO IMPIGLIATI 

IN QUALCHE RAMO SPOGLIO;

O PER UN DOLCE IMBROGLIO, 

CHIOTTI,CHIOTTI,

FINGON D' ESSER MERLI

              GIANNI RODARI                                     

 

da:marisando
10 Febbraio 2012
alle:15:02
tag:
3
Media: 3 (1 vote)