YouMedia, apprendere con i nuovi e i vecchi media

Inserito da francesca il

YouMedia, apprendere con i nuovi e i vecchi media

You media occupa un piano intero dell'edificio della biblioteca pubblica situata nel pieno centro di Chicago, ma il progetto si irradia anche alle 79 sedi dislocate nell'intera metropoli con un'attenzione particolare ai quartieri difficili perchè è proprio lì che esiste il problema del digital divide e tanti ragazzi non hanno un computer a casa.
Dato che i ragazzi rappresentano il cuore del progetto sono stati coivolti fin dall'inizio, il primo passo è stata la realizzazione dello studio Vivere e apprendere con i new media condotto su 700 adolescenti per capire i loro metodi di apprendimento ed è emersa in maniera chiara l'importanza dei social network come spazio dove scambiarsi informazioni, dell'utilizzo di strumenti digitali per giocare col gruppo di amici a realizzare musica, documentari, giochi e animazioni.
Non solo, questo nucleo di adolescenti ha anche diffuso tra gli amici e i compagni di scuola le informazioni sulla nascita di You Media coivolgendo e portando in biblioteca migliaia di persone grazie esclusivamente al passaparola tra coetanei.
Con You Media si cerca di incoraggiare il pensiero creativo dei ragazzi, di spingerli a collaborare imparando a mediare e a lavorare in gruppo,  si incentivano le loro capacità di adattamento e di problem solving, e si insegna loro anche la responsabilità per i prodotti che realizzano e verso gli altri membri del gruppo e proprio grazie al lavoro collettivo ragazzi provenienti da realtà diverse si confrontano gli uni con gli altri.
Si cerca quindi di valorizzare le qualità peculiari di ogni ragazzo che nella maggior parte dei casi non trovano spazio nel curriculum scolastico, infatti partendo per esempio dagli interessi particolari si arriva a tirare fuori capacità impensate, come per esempio un giocatore di videogames può arrivare a realizzare ricerche sui trend del mercato dei videogiochi.
Un realtà d'eccellenza come YouMedia è stata realizzata grazie ad una perfetta collaborazione fra enti pubblici di diversa natura e fondazioni private: la MacArthur Foudation, la Pearson Foundation e la Chicago Public Library sono i fondatori di You Media affiancati da partners come l'Entertainment Technology Center della Carnegie Mellon University, l'Institute of Play e il Digital Youth Network e ogni realtà mette la propria specializzazione al servizio di YouMedia.
La MacArthur Foundation che, tra le altre cose, premia ogni anno i 10 migliori progetti mondiali di Digital Media & Learning è il principale partner economico, la Pearson Foundation, fondazione della casa editrice dei celebri Penguins, del Financial Times e di molti libri scolastici, è invece il partner tecnologico e fornisce tutte le attrezzature dai portatili alle videocamere, gli studenti della  Carnegie Mellon University fanno stage presso YouMedia e ne curano il sito e i social media, il Digital Youth Network fornisce i mentori che sono consulenti esperti per le attività con i ragazzi, l'Institute of Play realizza videogiochi e giochi di ruolo educativi per i laboratori mentre la biblioteca mette a disposizione i propri dipendenti che lavorano fianco a fianco con i mentori restando sempre a disposizione dei ragazzi per le attività individuali e realizzando workshop su temi come la fotografia, la produzione di video e musica, la composizione di testi per canzoni o poesie, la scrittura di fan fiction e gli stereotipi di genere .
Ma YouMedia guarda anche al futuro e i suoi ideatori si stanno impegnando affinchè, grazie al coinvolgimento di college e università cittadini, gli adolescenti che oggi frequentano il centro diventino a loro volta volontari e mentori per gli adolescenti futuri.
E, visto che il progetto funziona, è  stato realizzato un manuale che  racconta l'esperienza  di YouMedia e fornisce una sorta di cassetta degli attrezzi per realizzarlo in  altre biblioteche, in questo modo una buona pratica può davvero diventare virale.

linksicuro: 
http://youmediachicago.org/
Tipo: 
4.333335
Average: 4.3 (3 votes)